Archivi categoria: poesia

“Assenze” su Aforismidiunpazzo.org

download

Assenze è una raccolta di racconti pubblicata da Enzo Delfino Editore nell’Ottobre 2010 che raccoglie alcuni lavori di Adriano Fischer, Domenico Cocozza, Aristos e Leonardo Pagliazzi.

L’incancellabile segno di sé

Racconto di Leonardo Pagliazzi, che parla di una ragazza che attraversa una grave depressione.

Maria

Racconto di Adriano Fischer, è la storia di una famiglia riunita per il natale e dei complessi rapporti che la dirigono, soprattutto tra il protagonista e la zia Maria.

Sotto la pelle

Racconto di Domenico Cocozza, è una sorta di noir nel quale il protagonista, dopo essersi svegliato, scopre che una delle persone che più odia è stato ucciso. Tutto bene, finché non si chiede se è possibile che ad ucciderlo sia stato lui.

Sola andata

Racconto di Aristos, è la storia di un uomo preoccupato di avere l’Alzheimer.

Assenza

Racconto di Aristos, è la storia di un ragazzo e della madre alcolizzata.

Fa lo stesso rumore di una pipa

Racconto di Adriano Fischer è ambientato in una classe in cui un professore atipico fa lezione ai suoi alunni in modo ancora più strano.


La raccolta di racconti “Assenze” è abbastanza piacevole da leggere. Sono solo 6 racconti che si leggono in poco tempo e in alcuni casi sono anche belli e interessanti.

A me non piacciono particolarmente le raccolte di racconti, è spesso molto difficile dargli un insieme, uno sfondo, un filo conduttore; e in questo caso a mio avviso non sono stati particolarmente legati.

I primi due in particolare non mi sembrano significativi, sembrano essere molto al di fuori della traccia che seguono gli altri; molto meglio e più interessante il racconto di Domenico Cocozza, secondo me il migliore, insieme ad “Assenza” e “Fa lo stesso rumore di una pipa”.

Una lettura non entusiasmante, ma curata e quasi sempre ben scritta. E poi, io parto prevenuto sui racconti.

Aforismi di un pazzo

“Assenze, racconti al passato remoto” su Saltinaria

downloadEsce in questi giorni per la Enzo Delfino Editore Assenze, una raccolta a più mani che racconta, in sei deliziose storie, lo spettacolo della vita, della morte e dell’amore visti attraverso la lente comune del ricordo.

È un dolce paradosso quello della memoria: quando l’amore è perduto, quando non tornerà più e più intensamente ne sentiamo l’assenza, allora ecco che quell’amore esiste come non mai, resta forte e per sempre. Quando nulla più rimane, quando ci che eravamo ormai è andato, il ricordo costruisce nuovi paesaggi, eterei e maestosi, uno spettacolo, a volte allegro, spesso doloroso, che ognuno ha dentro di sé e dove si trova ad essere attore, regista e spettatore allo stesso tempo. C’è questo e molto altro in questi racconti, il dito puntato del professore che narrava storie, la zia Emma con i suoi sorrisi ambigui, la perdita dell’innocenza e gli amori pericolosi, il cattivo che insegna il mondo nel buio dei vicoli, la vecchiaia e la fine, i racconti lasciati sul cuscino. Alla ricerca di queste immagini poetiche si sono avventurate, nei secoli, carovane di scrittori, filosofi, artisti, e ora ci prova anche questo libro: perché l’essenza della vita giace nella ripetizione, nei piccoli appigli che ci regala il passato, in questo soffio di eterno che tutti abbiamo dentro.

Di Aristos, Cocozza, Fischer e Pagliazzi.

Sinossi: Ci sono persone la cui presenza diventa imponente solo in virtù della loro assenza, giorni qualsiasi che acquistano un senso solo quando ritornano improvvisi alla mente, come schegge di un passato rivelatore. Ci sono odori che sembrano incisi nei sensi, pronti a fare risorgere scheletri di un tempo perduto. Quando nulla più rimane, quando chi amiamo è andato e ci che eravamo è perduto, il ricordo costruisce nuovi paesaggi, eterei e maestosi, abitati da esseri senza tempo, dove passato e presente si confondono e le emozioni si levigano. Alla ricerca di queste immagini poetiche si sono avventurate, nei secoli, carovane di scrittori, filosofi e artisti. Perché l’essenza della vita giace nella ripetizione, in questi piccoli frammenti di eternità che casualmente ritroviamo in una vecchia foto, in un letto disfatto, in un paio di guanti dismessi. Da venerdì in formato digitale su tutti i migliori ebook store e nelle principali librerie online.

Saltinaria.it

“Assenze” 4 nuovi racconti esistenziali di Aristos, Cocozza, Fischer, Pagliazzi.

download
Ci sono persone la cui presenza diventa imponente solo in virtù della loro assenza, giorni qualsiasi che acquistano un senso solo quando ritornano improvvisi alla mente, come schegge di un passato rivelatore. Ci sono odori che sembrano incisi nei sensi, pronti a fare risorgere scheletri di un tempo perduto. Quando nulla più rimane, quando chi amiamo è andato e ciò che eravamo è perduto, il ricordo costruisce nuovi paesaggi, eterei e maestosi, abitati da esseri senza tempo, dove passato e presente si confondono e le emozioni si levigano. Alla ricerca di queste immagini poetiche si sono avventurate, nei secoli, carovane di scrittori, filosofi e artisti. Perché l’essenza della vita giace nella ripetizione, in questi piccoli frammenti di eternità che casualmente ritroviamo in una vecchia foto, in un letto disfatto, in un paio di guanti dismessi.

L’editore

eBook
ULTIMA BOOKS
BOOK REPUBLIC

Finalmente su kobo e Itunes – I Misteriosi di 20lines!

Image“I Misteriosi” rappresenta, insieme agli altri due volumi contemporanei “I Fantastici” e “I Romantici”, un trittico inedito di raccolte, incentrate sui tre generi più popolari della narrativa creata ogni giorno su 20lines.
Questi tre volumi nascono, come sempre, dai racconti creati dai 20liner nel corso delle ultime settimane. La redazione di 20lines, nel corso del mese di ottobre 2013, ha eseguito un’opera di selezione genuina dei contenuti sulla community, editing dei racconti scelti e distribuzione su diverse piattaforme digitali.
“I Misteriosi”, in particolare, raccoglie alcuni dei racconti più popolari e pregiati tra quelli pubblicati di recente nella sezione Thriller/Noir di 20lines (Sono presente con lo psuedomino di D nel racconto Serial Killex).
Questo volume offre una grande varietà di racconti, spaziando dal genere poliziesco di “Love detective” all’intrigo politico-economico proposto in “Il dubbio”. C’è spazio anche per un tocco di splatter, peraltro molto originale, con “Il mio circolo ricreativo”, oppure per l’horror con “Un esame infernale”. Tutti i racconti che troverete in questa raccolta sono sicuramente interessanti, ma la cosa forse più pregevole è la ricchezza di spunti che questi offrono per poter proseguire la narrazione, con altri racconti, sempre su 20lines.
Questo libro, insieme agli altri due pubblicati in contemporanea, impreziosisce ancora di più la collezione di racconti pubblicati da 20lines, per la quale ringraziamo ancora una volta tutti i nostri scrittori, lettori e sognatori!

La poesia, multiforme rivelazione del vivere.

Accostarsi ad un’antologia poetica permane un’esperienza estetica, filosofica, e sentimentale incomparabile. Ogni brano ci dona una fotografia esistenziale dell’umano errare, da manipolare con dedizione, come si fa con le sorprese a noi più benvolute.
I poeti, denudandosi di ogni sovrastruttura cognitiva, ci permettono di scavare nelle inquietudini del mondo contemporaneo, muovendo da un’esperienza personale ricostruiscono le realtà circostanti, facendo luce negli anfratti più conosciuti o ameni del nostro vivere, consegnandoci sempre punti di vista innovativi che immettono nuovi tasselli al mosaico della verità. In un’antologia ogni poesia diviene un solitario sorriso che riluce nell’ombra delle cose.
All’interno del volume “Il Federiciano”, il registro linguistico maggiormente adottato è il verso libero, dove la lettura metrica dei versi segue solo il ritmo dell’immaginazione, del sentimento, del procedre casuale delle parole, proprio della poesia moderna. 363 tracce (Domenico Cocozza – Invisibile Artista pag. 68) di un’esistenza che si manifesta diversamente in tutte le parti del mondo, in un caleidoscopio di emozioni, sensazioni e riflessioni che portano a comprendere l’altro da sè con la consapevolezza che saper ascoltare, è il primo passo per imparare a comprendere noi stessi.

Giuseppe Aletti (Editore)

Disponibile in:
IBS
La Feltrinelli