teatro

cover1IL MEGASTORE DELLA LIBERTA’ (Simplicissimus, 2011)
Rappresentata nelle principali città italiane durante il IV Torneo Nazionale di Drammaturgia per Opere Minori e Inedite “Applausi” (2010), Il megastore della libertà è una pièce di un atto unico in due scene, di stile osborniano con chiari riferimenti al teatro di Beckett.

Ali e Tarpato sono due giovani amici. Il primo è alto, occhi chiari, magro, idealista; il secondo basso, tarchiato, col collo incassato nelle spalle, occhi scuri, annichilito…
Questo è l’inizio di un dialogo fra amici che si rivelerà poi necessità di trovare, o meglio di recuperare “valore”, di cui riusciranno a capire l’entità solo con l’entrata in scena di Mezzo, loro caro amico. L’atto unico di questa piccola rappresentazione teatrale si arricchisce di dialoghi freschi, veloci e taglienti, cui fa capolino fra una parolaccia e un ammiccamento, la profondità presente dentro ognuno di noi.
GOOGLE BOOK PREVIEW
Scaricalo qui:
IBS
AMAZON
MONDADORI

Annunci